Slide Turismo slow ed Escursionismo

Le nostre prossime attività

Chiudi

17/4 Pedalata bolognese

10,0015,00
Escursione svolta nel Parco della Chiusa di Casalecchio (BO)
Chiudi

18/04 – Sui Colli Bolognesi: Villa Ghigi ed Eremo di Ronzano

10,0015,00
Escursione svolta nel Parco della Chiusa di Casalecchio (BO)
Chiudi

I Borghi Fantasma del Poggio Perduto (MO)

Escursione svolta nel Paesaggio Protetto della Collina Reggiana (Toano, RE)
Chiudi

Dalle Cascate del Doccione alle fioriture dei rododendri (MO)

Escursione svolta nel Paesaggio Protetto della Collina Reggiana (Toano, RE)
Chiudi

Sulla Via degli Dei : il Monte Adone (BO)

Escursione svolta nella Riserva Naturale Contrafforte Pliocenico (Sasso Marconi, BO)
Chiudi

La “Dantesca” Pietra di Bismantova (RE)

Escursione svolta nel Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano (Castelnovo nè Monti, RE)
Chiudi

Fiumalbo e il Ponte del Diavolo (MO)

Escursione svolta nel Paesaggio Protetto della Collina Reggiana (Toano, RE)
Chiudi

La straordinaria gola del Malpasso (RE)

Escursione svolta nel Paesaggio Protetto della Collina Reggiana (Toano, RE)
Chiudi

L’incantevole fioritura dei narcisi sul monte Pratofiorito (LU)

Escursione svolta nella Riserva Naturale Orrido di Botri (Bagni di Lucca, LU)
Chiudi

Il Canyon Toscano dell’Orrido di Botri (LU)

Escursione svolta nella Riserva Naturale Orrido di Botri (Bagni di Lucca, LU)
Le guide ambientali escursionistice 100 Fiori

Chi siamo

Le Guide Ambientali Escursionistiche 100 Fiori sono un team di professionisti formatisi sia in ambito scientifico-naturalistico che storico-ambientale, attive sul territorio nazionale da oltre 15 anni. L’amore per la natura, il desiderio di conoscere i molteplici aspetti con cui essa si manifesta, ci portano ad intraprendere un cammino di esplorazione e scoperta; la sfida è di ricercare insieme il vero “ spirito dei luoghi ”, l’essenza! Assaporare, toccare, osservare diventano indispensabili “strumenti” da portate nello zaino, il rispetto e l’apertura verso la conoscenza dell’ambiente che ci ospita e delle culture che lo attraversano diventa il nostro biglietto da visita! Il camminare, lento, modulato dalle giuste pause per osservare ciò che ci circonda, riconoscendo ad esempio le tracce degli animali, e le piante del bosco, la storia e la cultura dei luoghi, daranno il giusto peso al trascorrere del tempo. Lontano dalla frenesia della società moderna per sorprendersi di quanta meraviglia possa esserci nel rilassarsi su di un prato di primavera o camminando nella neve invernale.